Lacrime di donna

Lacrime di donna

Primo viaggio in Giappone, nell’ottobre del 2013. Io e mio marito, sposati da nemmeno tre settimane, ci troviamo a Kyoto. Siamo seduti, una sera, in uno dei ristoranti della catena Yoshinoya, spesso affollati da giovani ed impiegati che con cifre modiche possono godere di pasti sostanziosi e veloci. Stiamo attendendo… Continua a leggere
La battaglia di Sekigahara

La battaglia di Sekigahara

  Takezo giaceva in mezzo ai cadaveri. Intorno a lui se ne contavano a migliaia. “Il mondo è impazzito”, pensò turbato. “L’uomo è come una foglia secca in balia della brezza d’autunno”. Eiji Yoshikawa “Musashi” Luni Editrice, 2016, p. 5 Così comincia il famosissimo romanzo di Eiji Yoshikawa, dedicato ad… Continua a leggere
Silence

Silence

Qualche giorno fa, non appena ne è iniziata la programmazione in Italia, sono andata a vedere insieme a mio marito “Silence”, di Martin Scorsese. Era un film che attendevamo da tempo, dal momento che tratta un aspetto della storia giapponese che abbiamo sempre trovato molto interessante: il rapporto con gli… Continua a leggere
Yokai e Yurei

Yokai e Yurei

Protagonisti della maggior parte delle storie e leggende giapponesi, figure che sono divenute famigliari anche a noi grazie alla diffusione di anime e manga, che spesso ne introducono le vicende all’interno delle proprie narrazioni, sono Yokai e Yurei, due insiemi abbastanza contraddistinti – e tuttavia ormai citati insieme come si… Continua a leggere
Uno sguardo oltre

Uno sguardo oltre

“Come mai vi piace tanto la storia del Giappone? Voi avete avuto la civiltà romana, e prima ancora quella greca, così importanti e antiche…in confronto la storia giapponese potrebbe sembrare meno interessante”. Questa domanda venne rivolta a me e mio marito da un anziano signore giapponese incontrato a Tokyo durante il nostro primo viaggio. Mentre… Continua a leggere
Un mondo unico

Un mondo unico

Il primo impatto con la cultura giapponese spinge di solito a pensare di trovarsi dinanzi ad uno stile di vita e di pensiero del tutto diverso da quello occidentale, tanto da creare nello straniero che vi si trova immerso una sensazione di spaesamento, quasi si avesse improvvisamente a che fare con… Continua a leggere